Benvenuto su www.dilontano.it
  Crea un account Home Argomenti Downloads Il tuo Profilo Scrivi articolo Email  
MENU
 Menu :
 Home
 Scrivi Articolo
 AvantGo
 Cerca
 Argomenti :
 Lista Utenti
 Politica
 Televisione
 Interviste
 Documenti
 Cinema
 Spettacolo
 Immagini
 Community :
 Feedback
 Passaparola
 Forums
 
 Web Links
 
 Statistiche :
 Statistiche Sito
 Top 10
 Documenti :
 Contenuti
 FAQ
 Recensioni
 Enciclopedia

 Che ora è? :
15:50:20
Data : 25-06-2017

Vecchi Articoli
Giovedì, 03 marzo
· FRAMMENTI DI STORIA
Domenica, 28 febbraio
· PRIORITÀ
Mercoledì, 24 febbraio
· ECO E JOBS
Mercoledì, 17 febbraio
· QUELLO CHE I 'SINISTRATI' NON SANNO E NON VOGLIONO SAPERE
Sabato, 13 febbraio
· SPIRITO SANTO.
Domenica, 07 febbraio
· LA PELLE DURA DELLO SCERIFFO.
· QUADRETTI
Sabato, 06 febbraio
· 'Un bel dì vedremo'
Mercoledì, 27 gennaio
· DALLO STATO SOCIALE CAPITALISTICO ALLO STATO DEL CAPITALE
Martedì, 12 gennaio
· IL PRONIPOTE PERVERSO DELLO ZIO TOM
Domenica, 08 novembre
· E' SOLO QUESTIONE DI NASO
Mercoledì, 21 ottobre
· FORMAZIONI PREDARTORIE E CAPITALISMO FONDATO SULL'ESCLUSIONE
Lunedì, 07 settembre
· LA RESA DEI CONTI CON LA STORIA
Giovedì, 13 agosto
· L'AMORE AL TEMPO DELLE BANCHE
Lunedì, 20 luglio
· LA ROVINA DELL'EURO
Lunedì, 06 luglio
· E' SOLO L'INIZIO.
Giovedì, 02 luglio
· IL PIEDE SUL COLLO DEI PIGS
Martedì, 30 giugno
· FORSE SI CHIAMA COLONIALISMO
Lunedì, 29 giugno
· SONO SOLO AFFARI
Lunedì, 15 giugno
· OBAMA, COME O PEGGIO DI BUSH
Martedì, 02 giugno
· IL MIO VOTO VALE (SOLO) UNO.
Lunedì, 18 maggio
· LA SATIRA AI TEMPI DEL MAINSTREAM
Domenica, 03 maggio
· IL DUCETTO FIGLIO DI UFO ROBOT
Sabato, 07 marzo
· REGIONALI DELLA CAMPANIA - PARTITE DOPPIE, TRIPLE...
Giovedì, 19 febbraio
· CREARE IL CAOS PER RIDEFINIRE I CONFINI.
Lunedì, 09 febbraio
· HAIDEGGER: IL QUARTO REICH
Sabato, 07 febbraio
· LA PARABOLA GRECA
Martedì, 03 febbraio
· INSEDIAMENTI PRESIDENZIALI
Sabato, 31 gennaio
· LA SICILIA E I MATTARELLA
· DALLA D.C. ALLA D.C.
Venerdì, 23 gennaio
· LO STRANO CASO DEL DOTT. DE LUCA E DI MISTER VICIENZ'
Giovedì, 15 gennaio
· NANI SENZA BALLERINE
Martedì, 13 gennaio
· JE SUI MAIGRET
Lunedì, 12 gennaio
· LA LIBERTA' DI PENSIERO (SENZA PENSIERO)
Domenica, 11 gennaio
· CONTRADDIZIONI IN SENO AL POPOLO
Sabato, 20 dicembre
· MOBILI OROPALLO
· SALGADO/WENDERS
Mercoledì, 26 novembre
· TALK SHOW (2)
Martedì, 11 novembre
· QUANDO LE DONNE SONO PEGGIO DEI MASCHI
Domenica, 26 ottobre
· VIVA VERDI - ABBASSO I TALK SHOW
Venerdì, 15 agosto
· DESTRA E SINISTRA, UNA 'VIA MAESTRA' DI BASSO PROFILO.
Martedì, 12 agosto
· FREUD SULLO STATO ISRAELIANO IN PALESTINA
Lunedì, 04 agosto
· LA NORMALITA' DI ISRAELE
Venerdì, 25 luglio
· BERNPENSANTI E MACELLAI
Mercoledì, 16 luglio
· IL CARATTERE DEI ROMANI
Giovedì, 10 luglio
· IL PRELIMINARE PER UNA FUTURA SINISTRA
· György Lukács - Seconda parte.
Martedì, 08 luglio
· Lukács: Lo scrittore e il critico.
Venerdì, 13 giugno
· DIMMI CON CHI VADO E TI DIRO' CHI SEI
Martedì, 27 maggio
· UNA BALENA IMMAGINARIA

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno i servizi offerti.

CREARE IL CAOS PER RIDEFINIRE I CONFINI.

I Sunniti sono il 90% della popolazione musulmana, gli sciti localizzati soprattutto in Iran, Irak, Libano sono una minoranza mal tollerata dal blocco di interessi petroliferi che va dagli Usa, all'Arabia Saudita, al Quatar, a Israele.
L'intervista allo storico Franco Cardini a cura di Marco Guerra fornisce un'analisi realista dello scontro in atto, nel quale lo "Stato Islamico" è solo la miccia che può far esplodere una realtà piena di cointraddizioni, nella quale è sopprattutto l'Occidente ad aver recitato da lungo tempo, con cinismo e miopia, la parte dell'apprendista stregone...

Resta il fatto però che i combattenti dello Stato Islamico sono di una ferocia senza precedenti…

L’efferatezza è dovuta al fatto che stanno alzando il prezzo in ogni modo. Ribadisco: vogliono obbligare l’Occidente ad attaccarli con durezza, sono convinti che una reazione inconsulta dell’Occidente attirerebbe loro molte simpatie e porterebbe ad una ridefinizione di tutto il Medio Oriente. Non ci scordiamo che uno degli obiettivi di questa destabilizzazione voluta dall’Islam sunnita è l’Iran. E dietro l’Iran c’è la Russia, che a sua volta è impegnata in una guerra a bassa intensità in Ucraina. Insomma, c’è poco da scherzare se vogliamo evitare che questi conflitti si trasformino in guerre in campo aperto”...
SA - 19/02/2015.




“Lo Stato islamico alzerà il tiro per provocare l’intervento dell’Occidente”. È l’opinione espressa ad IntelligoNews dallo storico Franco Cardini, intervistato circa l’avanzata dei miliziani dell’Isis in Libia. E sull’Italia non ha dubbi: “Non siamo al riparo, nel mirino come tutti i paesi Nato”.

Le minacce che arrivano dalla Libia meritano di riflette su un intervento militare dell’Italia e degli altri Paesi occidentali?   

Io vedo che da un lato c’è una strategia portata vanti dai committenti e finanziatori dello Stato Islamico, che fanno una politica di intimidazione che serve a creare la strategia della tensione, volta a fare in modo che qualcuno reagisca, meglio ancora se preventivamente. Dall’altro lato, alla base dell’Is, ci sono dei guerriglieri, dei terroristi, dei partigiani, insomma ognuno li definisca come vuole, ad ogni modo si tratta di persone che hanno un credo a mio avviso politico, anche se loro credono che sia religioso. I vertici dell’Is hanno fini politici che mirano a creare confusione e rivoluzione all’interno del Vicino Oriente per ridefinirlo. Questi agiscono in maniera da provocare indignazione, vogliono essere attaccati perché nella loro ideologia c’è il martirio e, poi, più duramente si attacca più c’è la ridefinizione del Medio Oriente”.

Insomma la strategia del tanto peggio tanto meglio?

I committenti dell’Is vogliono che si crei una situazione che impegni ancora di più il blocco occidentale. Da parte nostra c’è una risposta confusa dettata dalla malafede, dall’ignoranza e anche dall’assoluta stupidità. L’opinione pubblica italiana è divisa tra quelli che dicono che tanto a noi non succede niente, quando invece noi siamo già in prima linea perché la Nato è in prima linea e noi siamo un partner della Nato come altri. Infatti  non possiamo mandare avanti gli Usa e dire “o guardate che noi non centriamo nulla”. Quindi, solo gli stupidi e gli incoscienti pensano che tutto si metterà per il meglio. Anzi spesso i terroristi colpiscono proprio gli anelli più deboli della catena. Quelli in malafede, invece, voglio la stessa cosa dell’Is: un intervento duro per ridefinire la situazione vicina orientale”.

Insomma siamo di fronte a manovre geopolitiche mascherate da conflitto di matrice religiosa portato davanti dall’Is…

Basta leggere tutto quello che accade. La cosa più grave di questi giorni è l’atteggiamento del governo israeliano che ha chiesto a tutti gli ebrei occidentali di confluire in Israele. Laddove la situazione si configurasse in modo tale, lo Stato ebraico si sentirebbe giustificato a dire che necessita di un nuovo spazio. Un’espansione verso oriente come vogliono alcuni gruppi dell’estrema destra israeliana a scapito dei palestinesi”.

Allora anche la legge sul negazionismo è propedeutica a questo quadro?

Ma è evidente, la legge sul negazionismo stoppa in partenza alcune voci anti-israeliane. Si mettono fuori dal contesto legale tutte le posizioni di dissonanza anche se bisogna distinguere l’antisemitismo e l’antisionismo”.

Resta il fatto però che i combattenti dello Stato Islamico sono di una ferocia senza precedenti…

L’efferatezza è dovuta al fatto che stanno alzando il prezzo in ogni modo. Ribadisco: vogliono obbligare l’Occidente ad attaccarli con durezza, sono convinti che una reazione inconsulta dell’Occidente attirerebbe loro molte simpatie e porterebbe ad una ridefinizione di tutto il Medio Oriente. Non ci scordiamo che uno degli obiettivi di questa destabilizzazione voluta dall’Islam sunnita è l’Iran. E dietro l’Iran c’è la Russia, che a sua volta è impegnata in una guerra a bassa intensità in Ucraina. Insomma, c’è poco da scherzare se vogliamo evitare che questi conflitti si trasformino in guerre in campo aperto”.

husseinEppure contro Saddam, malgrado non ci fosse una sola prova che sostenesse il terrorismo, gli Usa e diversi alleati europei non ci hanno pensato molto ad intervenire…

Di prove contro Saddam non ce n’erano, ma a quei tempi gli Usa erano guidati da un’amministrazione repubblicana molto decisa che ha scompigliato tutto il fronte occidentale. Ora Obama è molto reticente e noi a chi vogliamo affidarci? Ad Hollande? Se Hollande è interventista allora è buona norma essere pacifisti visto che razza di incompetente è il presidente francese. Io credo che ci voglia un’azione mirata, perché non si può sparare a zero sulle città occupate dallo stato islamico. Mosul ha milioni di cittadini che sono ostaggi di una banda di criminali. Bombardare tutto sarebbe un grande regalo al califfo. Come un grandissimo regalo agli integralisti è la decisione della regione Lombardia di proibire la costruzione di nuove moschee”.

 
Links Correlati
· Inoltre Politica
· News by dilontan


Articolo più letto relativo a Politica:
PRE-NAZISMO


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Eccellente
Molto Buono
Buono
Discreto
Cattivo


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


 

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Giampiero D'Amato. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.14 Secondi