FOTOSINTESI
Data: Mercoledý, 04 gennaio @ 22:15:38 CET
Argomento: COSTUME


Ristoranti di paese.
Verso mezzanotte, all'uscita del ristorante del paese (condotto da un oste poliedrico, sotto la cinquantina ma sopra il quintale, già allevatore di cavalli e di bovini, ex barista, e incallito motociclista), ci troviamo di fronte alle luci di Castel San Lorenzo. Una miriade di lumicini che vanno dal bluastro delle illuminazioni periferiche al giallognolo del centro storico. Una vasta distesa di puntini lucenti che disegnano le strade, danno luce a porzioni di case, si diramano e si allungano nella campagna più scura e lontana. Il paese è oltre la vallata, sulla collina antistante; sembra galleggiare nel buio. Noi gli stiamo difronte, in un una notte tiepida, nonostante sia il primo di gennaio, come dinanzi a una visione, o come al cospetto di un immenso presepe notturno.
"Guarda che spreco", dice Luciano. "ci sono centinaia di lampioni che fanno luce agli alberi".
"Ma nemmeno li puoi togliere", gli ribatto col tono del difensore dei deboli, o delle cause perse (che fa lo stesso). Insisto:"All'improvviso... Metti tutti quegli alberi abituati a stare illuminati tutta la notte, che si ritrovano nel buio pesto..."
" E sì, si interrompe la fotosintesi !"
"E che ne sai....una fotosintesi al neon..."
"Ma va..."
(Aquara, G.S. - 03/01/2012).








Questo Articolo proviene da www.dilontano.it
www.dilontano.it

L'URL per questa storia è:
www.dilontano.it/modules.php?name=News&file=article&sid=402