DALLO STATO SOCIALE CAPITALISTICO ALLO STATO DEL CAPITALE
Data: Mercoledý, 27 gennaio @ 01:04:20 CET
Argomento: Politica


I costituenti erano keynesiani (democristiani e comunisti), misero in minoranza Einaudi e diedero vita alla costituzione di uno stato regolatore, capace di intervenire nell'economia e nel conflitto sociale. Il liberismo attualmente vincitore, sta smantellando i principi e le strutture dello stato sociale e imponendo un sistema sovranazionale che dietro involucri formali, apparentemente democratici, consegna il potere ai grandi gruppi economico finanziari, violando il principio di sovranità, le costituzioni nazionali e definendo man mano come irrilevanti i diritti di tutti coloro che non sono titolari di capitale produttivo...
Su Youtube un importante intervento di Luciano Barra Caracciolo sul significato profondo del liberalismo economico (nel momento in cui concepisce e rimodella le strutture sociali) e sulle scelte politico giuridiche attraverso le quali si sta affermando.
L'intervento è della fine del 2015 e presenta la riedizione del suo libro: "Euro e (o?) democrazia costituzionale. La convivenza impossibile tra costituzione e trattati europei". -
SA - 26/01/2016.








Questo Articolo proviene da www.dilontano.it
www.dilontano.it

L'URL per questa storia è:
www.dilontano.it/modules.php?name=News&file=article&sid=557