LA PELLE DURA DELLO SCERIFFO.
Data: Domenica, 07 febbraio @ 02:39:10 CET
Argomento: Politica


A margine dell'assoluzione, in appello, di Vincenzo De Luca per il reato di abuso e peculato.
"Ci vuole altro per fregare lo sceriffo”, titola Dagospia. E forse ha ragione. La carriera politica di De Luca è, tuttavia, costellata di molte inchieste giudiziarie. Più di quelle enumerate da Wikipedia, se si considera lo strabordante contenzioso penale, amministrativo ed anche della magistratura contabile, relativo non solo alla persona del governatore, ma a tutti gli atti direttamente rinconducibili alla sua responsabilità politico-amministrativa.
E' evidente che a fronte di questa divaricazione tra inchieste iniziate e assoluzioni 'di fatto' o di diritto verificatesi, due sono le possibilità: o la magistratura indaga in modo sistematico e pregiudiziale ai danni di un politico 'colpevole' soltanto di occupare da oltre un ventennio la scena politica campana; oppure, il lavoro di indagine effettuato a suo carico, e del suo entourage, a cominciare dagli anni '80,  è fondato, e ciò nonostante vanificato per gli stessi motivi per i quali in Italia i potenti vengono graziati dalle storture (e dai 'miracoli') della giustizia.
Certo, solo un cieco non noterebbe che queste vicende sono intrise della medesima sintomatologia che interessa la copiosa letteratura nazionale riguardante i rapporti patologici tra politica e giustizia: magistrati trasferiti d'ufficio, registrazioni distrutte in ossequio alle garanzie parlamentari, altri magistrati sanzionati perché tentavano di intrufolarsi in procedimenti altrui, una composita e vasta confraternita di parenti, amici e fedelissimi partecipi dei fasti del vincitore, sistemati di qua e di là, costituiscono il quadro di un 'contesto tipico' nel quale le inchieste si sviluppano e spesso si disperdono come un corso d'acqua che si allarga sul terreno fino a scomparire.
Inutile porre l'accento su problemi di carattere etico o di mera opportunità sul versante politico. Visto il 'contesto', è tempo irrimediabilmente perso.
SA - G.S. 05/02/2016.








Questo Articolo proviene da www.dilontano.it
www.dilontano.it

L'URL per questa storia è:
www.dilontano.it/modules.php?name=News&file=article&sid=561