Benvenuto su www.dilontano.it
  Crea un account Home Argomenti Downloads Il tuo Profilo Scrivi articolo Email  
MENU
 Menu :
 Home
 Scrivi Articolo
 AvantGo
 Cerca
 Argomenti :
 Lista Utenti
 Politica
 Televisione
 Interviste
 Documenti
 Cinema
 Spettacolo
 Immagini
 Community :
 Feedback
 Passaparola
 Forums
 
 Web Links
 
 Statistiche :
 Statistiche Sito
 Top 10
 Documenti :
 Contenuti
 FAQ
 Recensioni
 Enciclopedia

 Che ora è? :
11:46:43
Data : 24-06-2019

Vecchi Articoli
Giovedì, 15 dicembre
· DOPO L'EURO, OLTRE KEYNES. IINTERVISTA A SERGIO CESARATTO
Domenica, 04 dicembre
· AMICI VICINI E LONTANI
Lunedì, 28 novembre
· ASINI FAMOSI...
Giovedì, 08 settembre
· CATTIVI MAESTRI E I FAN DI JOE COCKER
Martedì, 09 agosto
· SERVI E PADRONI
Domenica, 07 agosto
· ADORNO, DA RILEGGERE SEMPRE...
· LA BAMBINA DI HIROSHIMA
· DONNA BIANCA SE NE VA E NULLA CAMBIERÀ...
Domenica, 19 giugno
· CONDOTTIERI INATTENDIBILI
Mercoledì, 15 giugno
· INEDITO KEINESIANO
Mercoledì, 01 giugno
· GLI STRACCIONI DI OLIVIERO
Venerdì, 20 maggio
· PANNELLA
Giovedì, 05 maggio
· IL SISTEMA DE LUCA
Giovedì, 28 aprile
· IN ATTESA DI OSHO
Lunedì, 18 aprile
· ADESSO VINCE CHI NON VOTA (E NON E' VOTATO)
Sabato, 16 aprile
· MICHELE SERRA: un intellettuale 'di sinistra' pagato per tormentarsi invano.
Giovedì, 14 aprile
· VOTO SI' NON FOSSE ALTRO CHE PER DISGUSTO
Sabato, 19 marzo
· CONTRADDIZIONI IN SENO AL POPOLO (II)
Giovedì, 03 marzo
· FRAMMENTI DI STORIA
Mercoledì, 17 febbraio
· QUELLO CHE I 'SINISTRATI' NON SANNO E NON VOGLIONO SAPERE
Sabato, 13 febbraio
· SPIRITO SANTO.
Domenica, 07 febbraio
· LA PELLE DURA DELLO SCERIFFO.
· QUADRETTI
Mercoledì, 27 gennaio
· DALLO STATO SOCIALE CAPITALISTICO ALLO STATO DEL CAPITALE
Martedì, 12 gennaio
· IL PRONIPOTE PERVERSO DELLO ZIO TOM
Domenica, 08 novembre
· E' SOLO QUESTIONE DI NASO
Mercoledì, 21 ottobre
· FORMAZIONI PREDARTORIE E CAPITALISMO FONDATO SULL'ESCLUSIONE
Lunedì, 07 settembre
· LA RESA DEI CONTI CON LA STORIA
Lunedì, 20 luglio
· LA ROVINA DELL'EURO
Lunedì, 06 luglio
· E' SOLO L'INIZIO.
Giovedì, 02 luglio
· IL PIEDE SUL COLLO DEI PIGS
Martedì, 30 giugno
· FORSE SI CHIAMA COLONIALISMO
Lunedì, 29 giugno
· SONO SOLO AFFARI
Lunedì, 15 giugno
· OBAMA, COME O PEGGIO DI BUSH
Martedì, 02 giugno
· IL MIO VOTO VALE (SOLO) UNO.
Lunedì, 18 maggio
· LA SATIRA AI TEMPI DEL MAINSTREAM
Domenica, 03 maggio
· IL DUCETTO FIGLIO DI UFO ROBOT
Sabato, 07 marzo
· REGIONALI DELLA CAMPANIA - PARTITE DOPPIE, TRIPLE...
Giovedì, 19 febbraio
· CREARE IL CAOS PER RIDEFINIRE I CONFINI.
Lunedì, 09 febbraio
· HAIDEGGER: IL QUARTO REICH
Sabato, 07 febbraio
· LA PARABOLA GRECA
Martedì, 03 febbraio
· INSEDIAMENTI PRESIDENZIALI
Sabato, 31 gennaio
· LA SICILIA E I MATTARELLA
· DALLA D.C. ALLA D.C.
Venerdì, 23 gennaio
· LO STRANO CASO DEL DOTT. DE LUCA E DI MISTER VICIENZ'
Martedì, 13 gennaio
· JE SUI MAIGRET
Lunedì, 12 gennaio
· LA LIBERTA' DI PENSIERO (SENZA PENSIERO)
Mercoledì, 26 novembre
· TALK SHOW (2)
Martedì, 11 novembre
· QUANDO LE DONNE SONO PEGGIO DEI MASCHI
Venerdì, 15 agosto
· DESTRA E SINISTRA, UNA 'VIA MAESTRA' DI BASSO PROFILO.

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno i servizi offerti.



www.dilontano.it: Politica

Cerca in questo argomento:   
Vai in Home - Seleziona un nuovo argomento

LA DOPPIA MORALE DEI TIMORATI DI DIO (e dei ROS)
Sul caso Marrazzo, mi domando se ai tempi dei Romani ci fossero i transessuali (suppongo di sì, dato che i rapporti omosessuali soprattutto tra grandi e adolescenti erano ritenuti un fatto normale, e quale fosse il loro giudizio al riguardo. Penso ai Romani perché, per quanto potessero essere sanguinari e spregiudicati, non erano cattolici... E così i Ros hanno avuto facilmente ragione di tanta  colpevole sprovvedutezza... (B. S. - 26/10/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

PRETI MARXIANI
L'Osservatore Romano, anticipando un intervento sulla Civiltà Cattolica, pubblica estratti di un saggio su Marx, che viene trattato non come l'anticristo, ma come un tale che ha detto parecchie cose condivisibili...

©L'Osservatore Romano - 21 ottobre 2009
"È in uscita il nuovo numero della rivista quindicinale "La Civiltà Cattolica". Pubblichiamo un ampio estratto di uno degli articoli presentati." Segue articolo. (G.S. 21/10|09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

PECUNIA OLET
SCUDI IMMORALI: LETTERA DI UN DIRETTORE DI BANCA AL VESCOVO E AI PROPRI SUPERIORI.
Se non i banchieri, almeno i bancari hanno un cuore e una "morale". Il direttore di una piccola banca (ma non troppo), che ha la sua sede principale in un paese del Cilento, scrive ai suoi "capi" ed anche al vescovo della Diocesi. Il suo ragionamento è semplice: Il così detto "scudo fiscale" è una immonda porcheria ( ma il nostro direttore usa termini più adeguati alla bisogna), poiché non è altro che un "regalo a persone che si fanno apprezzare per la dubbia provenienza delle loro risorse monetarie" ed anche per "riaffermare il principio che l'utilizzo del risparmio e del credito abbia una valenza soprattutto etica e sociale". Siamo curiosi di conoscere le risposte, a cominciare da quella del Vescovo. Segue la lettera del direttore. (G.S., SA - 13/10/09).
Clicca qui per leggere l'articolo completo

OGGI HO VISTO NEL CORTEO TANTE FACCE SORRIDENTI

Tante facce di giovani e giovanissimi, mischiate a quelle dei coetanei dei padri o nonni o fratelli maggiori. Un grande potenziale di lotta contraddetto da una classe dirigente inetta e incompetente, da giornalisti in cerca di padroni, da "onorevoli" del PD che fanno passare lo "scudo" a Camera e Senato perché hanno i cazzi loro da sbrigare.
Speriamo, almeno, che gli organizzatori della manifestazione capiscano che tutta questa gente non è venuta a Roma per salvare la libertà di espressione di Carlo de Benedetti o di quella dell'esercito opaco e trasversale dei colleghi di Bruno Vespa. Le Foto. (G.S. 04/05/09)



Clicca qui per leggere l'articolo completo

(SALERNO-COMO) - PER SIMILITUDINE BENEAUGURANTE
ANBeneagurante la notizia fresca di rete che Stefano Bruni sindaco di Como, alluvionato e sommerso dalle reazioni concittadine, abbia sonoramente cambiato idea e intenda mai più realizzare lo scempio del muro.
     ...
    Ora è pur vero che qui sul golfo lunato noi non abbiamo nessun George Clooney ospite, e nemmanco giornale locale che raccolga firme... ma pure noi terruncielli godremmo digià di immanente  spiritus loci (anche se quest'ultimo magari immeritato, mentre certo ci meritiamo quest'attuale nuovo arrivato, da Ruvo del Monte). (Panormo, 28/09/09)
Clicca qui per leggere l'articolo completo

PERVERSO IMBARBARIMENTO...
Riproduco di seguito l'intervento delle psicoanalista Quirino Zangrilli, ripreso da Scienza e Psicoanalisi. La sua tesi ( per altro condivisa da persone della più disparata estrazione sociale e culturale) è che "...in quest’epoca storica la maggioranza degli italiani è purtroppo costituita da delinquenti. Esiste uno zoccolo duro di autentici delinquenti, strutture di personalità che sarebbero tali in qualsiasi sistema sociale ed in qualsiasi congiuntura storica...". La speranza dello studioso è che si formi una sorta di  "partito degli onesti", capace di invertire la pericolosa deriva intrapresa... (SA - 25/09/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

LIBERTA' DI STAMPA
Partecipo alla manifestazione del 19 con riserva.
Infatti, è difficile battersi per la libertà di espressione del Corriere della sera o di Repubblica o della Stampa per i motivi che qualunque persona bene informata conosce e intuisce. E, a parte tutte le argomentazioni che riguardano i cosiddetti "editori impuri", per me è imbarazzante il solo pensiero di dover correre in soccorso delle presunte libertà compresse di Carlo De Benedetti o di quelle della famiglia Agnelli. Non meno imbarazzante è dover manifestare per la salvaguardia della libertà di espressione della stragrande maggioranza del giornalismo italico, che com'è noto preferisce essere ben pagato, piuttosto che "liberato".
(B.S. 16/09/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

Via Giudaica e la demolizione.
panormo      Il "Capoccione" imbracciò il piccone e menò la prima picconata, a favore della telecamera dell'EIAR. Il cornicione, opportunamente indebolito già prima della cerimonia dai manovali napoletani e veneti , andò in frantumi alla seconda plastica picconata. La sequenza fu poi diffusa nel bianco-nero dei cinegiornali: si apriva la nuova Via dell'Impero, si buttava giù tutta la tara del vecchiume, tutta la miseria che ci affliggeva, tutta la mortificazione del presente. Ci attendeva un nuovo meraviglioso futuro finalmente certamente migliore.(SA - Panormo - 20/08/09).
Clicca qui per leggere l'articolo completo

LA METAMORFOSI DELLE PORCHERIE
Una tecnica del potere applicata ai mass media è quella di magnificare le porcherie, con convinzione, impegno e strenua ripetitività. Non è solo il caso dei berluscones del più alto rango istituzionale, dove ritroviamo ministri della Repubblica che definiscono i propri mostri legislativi delle "porcate", per poi difenderle e brandirle con disinvolta, furbesca nonchalance. Nel piccolo delle città di provincia ci ritroviamo con il duce locale - di turno - che propone e propaganda per televisioni e università cose improponibili e indifendibili, come il Crescent, o come un progetto di alloggi ammassati in due ghetti, definiti "quartieri europei". Che poi si tratti di opere messe da parte dopo essere state promesse e propagandate o che restino a metà, poco importa. Il popolo è bue e di memoria corta... Di seguito un intervento di Fausto Martino sulle ultime novità urbanistiche salernitane (02/07/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

EPILOGO CRAXIANO
In una sola giornata il presidente del consiglio ha dovuto sorbirsi rumorose contestazioni prima a Napoli e poi a Viareggio. In ambedue i casi vestiva gli abiti del salvatore della patria, ovvero, come lui ha dichiarato prima di arrivare nella città della Riviera, di quello che "va a mettere le cose a posto". A differenza dei fischi che si beccava Prodi dai giovanotti di AN che lo aspettavano organizzati ovunque si presentasse, è evidente che le grida di protesta indirizzate al cavaliere, specialmente nel caso di Viareggio, avevano ben altra consistenza emotiva e politica. In sostanza una parte della popolazione gli ha gridato la propria disapprovazione e disgusto per la strumentalizzazione delle tragedie e della morte nelle quali si tuffa a pesce per la frenesia di recitare la parte del Grande Capomastro e di esibirsi in comparsate mediatiche sempre più imbarazzanti. Da Eluana Englaro all'Aquila, a Viareggio, le impalcature di cartapesta dell'indegno "truman show" messo in scena cominciano a cedere. Ovviamente, non siamo ancora all'epilogo, ma la strada sembra quella giusta. (Ankor - 02-07-09)
Clicca qui per leggere l'articolo completo

GLI AYATOLLAH DEL COMUNISMO
Il segretario di Rifondazione indice una manifestazione di protesta davanti all'ambasciata iraniana a Roma, su Facebook scoppia una discussione "tra comunisti" molto sintomatica (demenziale). Discussione tra politici troppo fini, bravi a spaccare il capello e, puntualmente, a non concludere nulla, avendo passato tutto il tempo a discutere.... (G.S. - 21/06/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

LA SINISTRA DEI RITARDATI
Non c'è scampo: guardi nelle file dei tuoi compagni, anzi dei tuoi riferimenti politici e non puoi fare a meno di trasecolare e quindi incazzarti e protestare. Almeno questo. Si spara sulla Croce Rossa?  E' sgradevole, ripetitivo, ma pure insufficiente. Sono alcuni giorni che in Iran c'è una mezza rivoluzione, migliaia di persone invadono le strade, sfidano il fuoco dei militari, perdono la vita. I riferimenti della così detta sinistra radicale, tacciono. Evidentemente, essendo privi di una "visione" della realtà ed avendo perso il senso "della propria funzione", come giustamente dice Paolo Ferrero in un suo recente documento, ritengono che la lotta sanguinosa per la libertà sia una questione secondaria. Se non ha luogo sotto la propria finestra. E infatti, il quotidiano Liberazione in questi giorni è zeppo di lunghissimi interventi su di una questione di estrema attualità: la valutazione sull'operato di Stalin. Il dibattito è fluviale, indietro di una quarantina d'anni, a tratti demenziale. Gli ex agiografi di Vladimir Luxuria sono scatenati, i nostalgici del PC duro e puro non sono da meno. I migliori militanti della sinistra radicale sono impegnati a scriversi lunghissime lettere di distinguo e di improperi, con al centro l'interpretazione della figura di Stalin. Ma è possibile? La categoria della "medicalizzazione" del dissenso politico è pericolosa - oltre che di staliniana memoria -, ma qui veramente sembra di stare al manicomio. Perché non vanno dallo psicanalista e abbandonano per un pò la politica? Ne trarremmo tutti giovamento. (G.S. - 21/06/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

FASCISTI PER FASCISTI MEGLIO GLI ORIGINALI CHE QUELLI "DI SINISTRA"
"...Qualche altro fine politico ribatterà che De Luca è bravo perché è stato capace di raccogliere il consenso – anche quello moderato – attorno alla sinistra, che la politica si fa così, che solo così si conquista il governo ecc. ecc. Ebbene queste considerazioni le lascio a loro, io resto del parere che “il fine non giustifica i mezzi”, che in nome del governo non si può rinunciare ai valori democratici più elementari. Se Salerno è una città “fascista”  che siano loro a governarla, non dobbiamo essere noi a diventare “fascisti”,  seguaci di un ducetto di provincia  in cambio della “soddisfazione” di segnare con la bandierina …”rossa” (magari..!) Salerno sulla mappa di Bruno Vespa." Una parte del commento dello stesso "anonimo di sinistra" che ha proposto di votare per la destra, commento che compare in fondo agli interventi che precedono e che tuttavia riteniamo di mettere in evidenza per la sua chiarezza e completezza. (SA - 10/06/09).
Postilla:  SAREBBE OPPORTUNO - e le regole della rete lo esigerebbero - CHE  TUTTI COLORO CHE COMMENTANO SI FIRMASSERO ALMENO CON UNO PSEUDONIMO O "NOME DI BATTAGLIA", COME WIKIPEDIA TRADUCE L'ESPRESSIONE "NICKNAME". COSI' SI CAPISCE SE SI PARLA CON TIZIO O CON CAIO (G.S.)
Clicca qui per leggere l'articolo completo

MILITE IGNOTO
"Ok, Peppe, ho votato contro. Come tanti altri, mi sono suicidato. Pur essendo di sinistra, ho votato Cirielli. Devo dire che fare la croce sul simbolo del Cavaliere mi ha creato un po' di probemi... non so, un senso di nausea incontenibile. C'è mancato poco che vomitassi nella scheda, comunque sufficientemente ampia per accogliere tutta la rimessa. Ma mi sono trattenuto, e ho votato. L'ho fatto come sacrificio. Un gesto d'amore per una sinistra ormai imbastardita, che non c'è più, che spero possa tornare. Servirà?"
Questo è il commento sul proprio voto alla destra di un elettore di sinistra,  "suicida volontario". La confessione è sincera e drammatica (per quanto il dramma si addica alla tragicomica Italia), e merita la "prima pagina".  Almeno da queste parti, così è ridotta la sinsitra, Rifondazione e 'libertari' compresi.
Il popolo di sinistra sembra ridotto alla stregua di quei soldati della prima guerra mondiale, descritti da Lussu e da Rosi, cannoneggiati dalla propria artiglieria, perché andassero incontro a morte certa contro le inespugnabili fortificazioni austriache. ( Anonimo + G.S. - 09/06/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

RESOCONTI MEDIORIENTALI
Da Roberto di Nunzio su Facebook le valutazioni sul discorso egiziano di Obama, dai Fratelli musulmani, ai Siriani, ad Hamas... (D.L. 09/06/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

VOTO VUOTO (o SEMIVUOTO, per non infierire)
...Circolando per il dedalo urbano dell'agro sarnese nocerino, trafficando per qualche comizio tra Salerno e Battipaglia, si assiste al recepimento ed alla 'digestione' definitiva da parte della società meridionale dei nuovi canoni della campagna elettorale, regolati all'insegna della finzione massmediatica. Nel frattempo il neo partito berlusconiano si è definitivamente insediato e ramificato in tutta la società come forza politico - clientelare, con i vecchi quadri della DC, del Psi e di An perfettamente integrati tra di loro, insieme a giovani rampanti, non di rado rampolli di vecchi notabili.
Sono andato a votare nella solita scuola col mio amico Carmine. Lui dice che, nonostante tutto, bisogna votare a sinistra, e così abbiamo fatto... Anche nell'ambiente delle urne sembrava di assistere ad una recita dimessa. La evidente mancanza di controlli e della presenza di persone interessate induce alla preoccupazione: come non ricordarsi del film “Il portaborse” di Daniele Lucchetti, nel quale un militante socialista raccontava come aveva fatto la fortuna di un candidato, falsificando per una notte intera migliaia di schede elettorali? Un'ultima annotazione: se Rifondazione non prende il quorum alle Europee chi bisogna ringraziare? Immagino, innanzi tutto l'imperituro subcomanmdante e il suo delfino, e poi il povero Ferrero, che fa quel che può... (G.S. 07-11/06/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

MAESTRO DI SHOW
Il Cavaliere è imploso o sopravviverà ai suoi autogol?
Barbara Spinelli è, come sempre, acuta e interessante. La formazione culturale degli italiani è un punto di particolare debolezza che ci fa scegliere i governanti meno adatti. Forse però sottovaluta il ruolo che può avere l'opposizione nel soccorrere il Cav:
La crostata di D'alema e la lista unica di Veltroni lo ricordano clamorosamente, oggi D'alema sembra di nuovo in pista, speriamo bene... Segue un articolo a firma di Barbara Spinelli sulla Stampa del 31/05/09. (Da Kevin - 02/06/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

QUALCUNO CI CREDEVA DAVVERO
Dall'ultimo editoriale scalfariano della domenica (del 24 c.m.), apprendiamo che, alla vigilia delle ultime politiche, molti esponenti del PD credevano di vincere le elezioni. Su quali basi è difficile immaginare... Il vero problema è il gruppo di oligarchi che domina il PD. Gente poco aggiornata che non è in grado di formulare alcuna nuova idea e neppure vecchia, ma solo di gestire il proprio piccolo orticello...(da Kevin - 29/05/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

LA RERPUBBLICA DELLA RICOTTA
"Questa fu la prima telefonata, io non c'ero e vi sto dicendo quel che poi mi riferì Noemi, ma le credo. Le cose andarono così perché in altre occasioni io c'ero e Noemi, così per gioco o per convincermi che davvero parlava con Berlusconi, m'allungava il cellulare all'orecchio e anch'io sentii dalla sua voce quella cosa della "purezza", della "faccia d'angelo". E poi, una volta, ha aggiunto un'altra cosa del tipo: "Sei una ragazza divina". Berlusconi, all'inizio, non ha detto a Noemi chi era....Una sera, Emilio Fede e Berlusconi - insieme - hanno chiamato Noemi. ...Così è partita verso il 26-27 dicembre ed è ritornata verso il 4-5 gennaio. Quando è tornata mi ha raccontato tante cose. Che Berlusconi l'aveva trattata bene, a lei e alle amiche. Hanno scherzato, hanno riso... C'erano tante ragazze. Tra trenta e quaranta. Le ragazze alloggiavano in questi bungalow che stavano nel parco..."
"Sono successe cose troppo strane. Io chiamavo Noemi sul cellulare e non mi rispondeva mai. Provavo e riprovavo, poi alla fine mi arrendevo e chiamavo Roberta, la sua amica, e diventavo pazzo quando Roberta mi diceva: no, non te la posso passare, è di là - di là dove? - o sta mangiando: e allora?, dicevo io, ma non c'era risposta. Per quella vacanza di fine anno, i genitori accompagnarono Noemi a Roma. Noemi e Roberta si fermarono prima in una villa lì, come mi dissero poi, e fecero in tempo a vedere davanti a quella villa tanta gente - giornalisti, fotografi? - , poi le misero sull'aereo privato del presidente insieme alle altre ragazze, per quello che mi ha detto Noemi..."
Brani dell'intervista rilasciata a Repubblica del 24/05/09 dall'ex fidanzato di Noemi Letizia, Gino Flaminio. (DL-26/05/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

IL CONDUTTORE GUARDATORE
Come un attore del cinema muto, il CONDUTTORE GUARDATORE, che sia Bruno Vespa o che sia la new entry Antonello Piroso, guarda i suoi interlocutori e adegua la mimica facciale a seconda che abbia di fronte un rappresentante dell'opposizione o del governo. Nel primo caso la sua faccia esprime: perplessità, desiderio di capire l'incomprensibile, imbarazzo, rincrescimento, disapprovazione, disgusto. Nel secondo caso: comprensione, viva attenzione (anche quando parla Brunetta), approvazione, soddisfazione, festosa allegria... (G.S. - 22/05/09).

Clicca qui per leggere l'articolo completo

VOTA CIRIELLI : SUICIDARSI PER SOPRAVVIVERE?
Per la prima volta su questo blog viene pubblicato un intervento anonimo nel senso pieno del termine.  Nel senso cioè che l'estensore è ignoto al responsabile - che scrive - del blog medesimo. Per correttezza verso chi legge spieghiamo alla fine dell'intervento come funziona il meccanismo della 'firma' e della  individuazione della 'responsabilità' di chi scrive. L'oggetto dell'anonimo - che a quanto pare è a tal punto preoccupato dal regime che imperversa a livello locale da non fidarsi nemmeno di chi dovrebbe pubblicarlo - riguarda le elezioni provinciali e la proposta - "anonima e di sinistra" -... di votare per la destra. Un'ipotesi assurda, se non fosse realistica l'analisi circa l'indecoroso groviglio di interessi, prevaricazioni e follie che il regime di "Tutamenzo Delukamon" sta insinuando nel tessuto sociale della Città e della provincia. Anche in questo caso vale l'adagio di moda: qual'è la differenza tra la destra e la sinsirta? A Salerno, in effetti, nessuna, tolti i locali, allegri incoscienti di Rifondazione, soggettivamente di sinistra e oggettivamente legati mani e piedi a persone senza principi o qualità. La riprova di tanta indifferenziata confusione mentale, prima che politica, è proprio un infelice (o come definirlo meglio?) spot elettorale di un esponente di Rifondazione che aspira a ritornare assessore provinciale. Guardare per credere. Eppure, nonostante i Cariello e i Villani, non si può votare a destra. Sembrerà magari più dignitoso risparmiarselo questo voto, accontentarsi di votare qualche persona decente di Rifondazione alle Europee, ... (G.S.: 20-22/05/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

"SALERNIA"
"Crescent" deluchiano, mostri architettonici e crisi di idee: "...Incapaci di proporre un’idea di sviluppo e progresso, di futuro insomma, di trasformazione, di cambiamento che approfitti delle possibilità dell’innovazione, intellettuali e politici di sinistra vivono un mondo gozzaniano di piccole cose perdute, magari da difendere con le unghie e con i denti se coincidono con il benessere personale." L'autore cita espressamente il caso del Crescent salernitano come un esempio di opera desueta e anacronistica, peggiorativa di una identica proposta dalla stesso Bofil a Prigi nel 1985. "...Il palazzo di Ceausescu non era molto diverso da questo edificio, pure nella applicazione di paramenti classicheggianti alla pelle degli edifici...". "Solo che mi pare che a Salerno (anzi Salernia, come Sabaudia, Tirrenia e altre città di fondazione fascista) agisca anche una forma di schizofrenia, per cui si assembla un piano regolatore, tutto sommato corretto, di Oriol Bohigas, con alcuni pezzi forti di architetti inconciliabili tra loro: Zaha Hadid, con la sua stazione marittima, un centro commerciale di Jean Nouvel e la cittadella della giustizia di David Chipperfield." Intervento di Fabrizio Gallanti Da Abitare del 05/04/09. Segue tutto l'articolo. (SA - 18/05/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

LADY MACBETH-BERLUSCONI E L'INUTILITA' DI SANTORO
Mentre le armate obamiane radono al suolo per l'ennesima volta l'ennesimo villaggio afgano, senza nemmeno più scusarsi dell'errore, e i nuovi schiavi che tentano la traversata del Mediterraneo  vengono rispediti in Libia (dopo aver pagato ai trafficanti il prezzo carissimo del loro  esodo sfortunato), l'Italia si consuma dietro la volgare operetta della famiglia Berlusconi.
Tutti i giornalisti ci azzuppano il pane ingordi, sghignazzanti, preoccupati, indignati, compiacenti o complici, indegnamente servili e comunque sempre ben pagati per il pessimo servizio reso...(G.S. 07/05/09)
Seguono i commenti (accorpati) su Facebook.


Clicca qui per leggere l'articolo completo

L'OBBLIGO DEL BLOG
Un blogger spiritoso ha doppiato la scena di un film americano che racconta l'atterraggio di fortuna di un aereo passeggeri sulla spiaggia della solita isola deserta in mezzo all'Oceano. Il protagonista si aggira tra pezzi fiammeggianti del velivolo, feriti che chiedono aiuto e cadaveri sparsi. E il Nostro ha di che disperarsi, mentre raggiunge la sua compagna forse morente: in quelle condizioni ( grida disperato) non potrà aggiornare il suo blog. Lo capisco profondamente. Guardando il calo notevole delle visite da quando non scrivo, mi sento responsabile di questo disimpegno che mi appare disdicevole, quasi "immorale". Saranno 20000 al giorno 2000 o 150, o anche 10 quelli che vengono a sbirciare per vedere se è comparso qualcosa di nuovo. Qualunque sia il loro numero non è lecito deluderli... E d'altra parte, se un povero blogger in un certo momento della giornata o della settimana o della vita non sapesse più che dire, o avesse la sensazione di ripetersi, perché dovrebbe sentirsi obbligato a scrivere? (B.S. -05/05/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

CORTILE DELL'ARROGANZA
Di Fausto Martino.
"...dovremmo chiederci cos’altro può trasformare un vuoto altrimenti insulso in una piazza e di cosa è composto quel mix imperscrutabile di elementi...che ci fa apprezzare uno spazio, ce ne fa percepire l’equilibrio, la profonda armonia. Lo rende Piazza... Lo stesso nome attribuito furbescamente alla cosiddetta piazza suona grottesco e beffardo: Libertà! Ma quale? Certamente non quella di scegliere, democraticamente, se e come modificare i tratti identitari della nostra città. Se proprio è necessario, la si chiami Piazza dell’Arroganza. Ci si arriva da via della Supponenza, dopo aver percorso tutto il viale della Tracotanza....(SA 18/04/09)


Clicca qui per leggere l'articolo completo

DOPO TANTO PARLARE CHI RICOMINCERA' A FARE LE COSE GIUSTE?
Da un gruppo di "amici" di Facebook spuntano tante foto dei mitici anni '70. Molto guardate dai protagonisti, dai figli, dai nipoti, con nostalgia, ammirazione, o recriminazioni per i guasti del tempo. Foto come queste, provenienti dalla mite e sonnacchiosa Salerno.
Oggi, nell'era berlusconiana, la più stupida e la più inimmaginabile per un intrepido ex sessantottino (che forse aveva letto troppo Lenin e poco Horkheimer), quell'epopea è una matrice inconciliabile col presente...
(BS - 06.09/04/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

DOV'E' LA (TR)O(TT)OLA? Cronache di un regime da barzelletta
Perché scandalizzarsi del Cavaliere, che sappiamo com'è, e non della stampa nazionale che lo copre con cura?
Da YOUTUBE una notizia che bisogna trovarsi da sé (B.S. 01/04/09).
P.S. Copiato da Dagospia. MELONI: BERLUSCONI MI HA CHIAMATO 'PICCOLA' (NON "ZOCCOLA")...
(Adnkronos) - "E' evidente che in occasione della  chiusura del congresso del Pdl il presidente Berlusconi si sia rivolto  nei mie confronti con l'espressione 'piccola' che - ahime'- ha usato  altre volte per chiamarmi affettuosamente anche in Consiglio dei  ministri. Non tanto e non solo per prendermi in giro per la statura  quanto perche' sono comunque la piu' giovane. D'altronde mi chiamano  cosi' anche altri esponenti del Consiglio dei ministri. Anche quelli  che non sono molto piu' alti". Però a riascoltare con attenzione avrà detto, al più: "poccola".(04/04/09)


Clicca qui per leggere l'articolo completo

SALERNO: CRESCENT, MA NON SOLO.
Ospitiamo un nuovo intervento dell'arch. Fausto Martino, già pubblicato ieri sul Corriere del Mezzogiorno, con qualche riduzione per motivi di spazio, riservandoci di tornare sull'argomento, anche per tentare una sintesi dei vari e consistenti contributi critici fino ad ora apparsi sulla carta stampata e sulla rete (DL-29/03/09).

Arma di distrazione di massa
di Fausto Martino
Nella liturgia di presentazione del Plastico della Libertà - officiata con gli onori che i mecenati del passato non tributarono alle opere di Michelangelo e Bernini - oltre al modello, è stato esibito un impacciato Bofill, prodigo di elogi – com’era scontato – per il suo mandante. Dopo il vernissage, il plastico è stato esposto nell’ex cinema Capitol, perché anche il popolo minuto potesse partecipare all’evento del secolo, discuterne e gioirne. O disperarsene....

Clicca qui per leggere l'articolo completo

TRE MINUTI AL TG1
Congresso di fondazione del PDL:bastano tre minuti del TG1 del 'grande' Riotta per capire tutto: La subalternità automatica al mezzo televisivo nelle facce e nei comportamenti di tutti i dirigenti del "nuovo" partito berlusconiano, che si sforzavano di "far bene la recita", a cominciare da quelli da AN, autentici  "parenti poveri" alla festa del padrone; e a sinistra: un Bersani da Beautifull, un Donadi da horror, un Adornato pallido e al freddo con le magliette che gli escono da sotto il cappotto.... (G.S. - 29-30/03/09)

Clicca qui per leggere l'articolo completo

I MISTERI DELLA FEDE
"Quando una persona potente, sia una figura religiosa o politica, fa una affermazione scientifica falsa, ciò può essere devastante per la salute di milioni di persone, e deve smentire o correggere la dichiarazione..."
Così scrive, tra l'altro,  The Lancet, una delle più prestigiose riviste mediche a livello mondiale, in ordine alle dichiarazioni del Papa sull'uso "dannoso" dei preservativi...(da una nota su FaceBook di Roberto di Nunzio - Segue l'intero contenuto della nota) (D.L. 28/04/09)


Clicca qui per leggere l'articolo completo

488 articoli - in 17 pagine - 30 articoli per pagina

Attualmente sei nella pagina

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 -  9  - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Notizie ©
 

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Giampiero D'Amato. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.09 Secondi