Benvenuto su www.dilontano.it
  Crea un account Home Argomenti Downloads Il tuo Profilo Scrivi articolo Email  
MENU
 Menu :
 Home
 Scrivi Articolo
 AvantGo
 Cerca
 Argomenti :
 Lista Utenti
 Politica
 Televisione
 Interviste
 Documenti
 Cinema
 Spettacolo
 Immagini
 Community :
 Feedback
 Passaparola
 Forums
 
 Web Links
 
 Statistiche :
 Statistiche Sito
 Top 10
 Documenti :
 Contenuti
 FAQ
 Recensioni
 Enciclopedia

 Che ora è? :
23:25:17
Data : 21-10-2017

Vecchi Articoli
Al momento non ci sono contenuti in questo blocco.

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno i servizi offerti.



www.dilontano.it: Cinema

Cerca in questo argomento:   
Vai in Home - Seleziona un nuovo argomento

ECO E JOBS
«È mia profonda persuasione che il Macintosh sia cattolico e il Dos protestante» scriveva Eco. «Anzi, il Macintosh è cattolico controriformista, e risente della “ratio studiorum” dei gesuiti. È festoso, amichevole, conciliante, dice al fedele come deve procedere passo per passo per raggiungere – se non il regno dei cieli – il momento della stampa finale del documento. È catechistico, l’essenza della rivelazione è risolta in formule comprensibili e in icone sontuose. Tutti hanno diritto alla salvezza».
«Il Dos è protestante, addirittura calvinista. Prevede una libera interpretazione delle scritture, chiede decisioni personali e sofferte, impone una ermeneutica sottile, dà per scontato che la salvezza non è alla portata di tutti. Per fare funzionare il sistema si richiedono atti personali di interpretazione dei programma: lontano dalla comunità barocca dei festanti, l’utente è chiuso nella solitudine dei proprio rovello interiore”. Umberto Eco, L'Espresso 1994.
SA-24/02/2016.

Clicca qui per leggere l'articolo completo

MOBILI OROPALLO
Il bello del sabato non è solo quello di avere il tempo di scrivere cazzate sulla piazza virtuale di fb, ma anche quello di poter accendere la Tv alle 12 del mattino e rivedere il pezzo finale di un vecchio western di Sam Peckinpah, Pat Garret e Billy Kid. Forse non è il migliore di Peckinpak, ma in ogni caso il pensiero va ad un altro mito della sinistra (ma anche della destra) da rivedere, recentemente commemorato con l'ennesima rassegna: Sergio Leone e i suoi spaghetti western. Western all'amatriciana, miscuglio retorico di arido cinismo e romanticismo recuperato coi cori alla "Nora Orlandi", e soprattutto con quei mobili lustri dei saloon che sembravano appena comprati da Oropallo. (Oropallo, era un negozio di Battipaglia che negli anni '80 vendeva una terrificante stanza da letto in stile "classico" a trecentomilalire...).
Dissi cose simili ad un caro amico che definivo 'invasato' di Leone, e lui mi tolse il saluto per un paio di mesi...
SA-20.12.2014


Clicca qui per leggere l'articolo completo

L'ASTUZIA DEL CAPITALISMO
Ovvero, il business cimatografico del pentimento: da Soldato blu a Syriana. Capita di restare tutta una domenica in casa perché piove, o perché non hai voglia di far nulla e allora finisci davanti alla televisione a guardare film, magari già visti e rivisti. Così mi è capitato di rivedere, uno dopo l'altro, Balla coi Lupi e Fuga da Absolom . Grandi scenari, ottime sceneggiature, grande mestiere. Nei contenuti la costante del pentimento: per lo sterminio degli indiani d'America, per il Vietnam e pure per l'Irak. Pentimenti un pò sospetti, specialmente se ci si mettono anche gli ex dipendenti della CIA a spiegarci quanto sono cattivi (loro stessi)...per non parlare di J. W. Bush: a lui la cosa non interessa manco per niente. Lui è per la democrazia - appunto - e fa guerre a destra e a manca per preservare il business, pardon, la democrazia...( SA, 07/01/08 - modif. il 18/1)
Clicca qui per leggere l'articolo completo

CINEMA D'ESTATE. UN FILM RISCOPERTO, DA RIVEDERE, RITROVARE, CONSEVARE.
- La sorgente del fiume - di Theo Anghelopulos.
"Un riassunto poetico del secolo appena concluso, che lancia uno sguardo visionario e crea un rapporto con il millennio che stiamo vivendo attraverso una storia d’amore che sfida il tempo. (...) Più di qualsiasi altra volta prima d’ora, un’elegia sul destino umano, che rivendica l'assoluto raggiungibile solo per mezzo dell'amore." (Da Gianni - 27/08/06).


Clicca qui per leggere l'articolo completo

LE DONNE DI ALMODOVAR E I MASCHI ESTINTI (che cantavano Volver di Gardel).
...Certo, continua a descrivere la ‘inferiorità’ dei maschi, così malconci che in questo film quasi scompaiono. Patetici, maniaci, senza scrupoli, senza ideali e prospettive, senza cultura. Muti, non più utilmente adoperabili nella trama di un film, se non per fare da comparse...
Clicca qui per leggere l'articolo completo

Cinema: Good Night, and Good Luck
E così, finalmente, ho visto “Good Night, and Good Luck”. Caso raro in cui, avendo già sentito dir bene del film, ho visto l’opera prevalere sull’aspettativa.

Clicca qui per leggere l'articolo completo

Cinema: L'anima lieve del Nirvana....
Last days di Gus Van Sant - Misterious skin di G. Araki - Il sole di A. Sokurov
Clicca qui per leggere l'articolo completo


Notizie ©
 

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Giampiero D'Amato. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.17 Secondi